ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alitalia: tre giorni per non perdere la licenza

Lettura in corso:

Alitalia: tre giorni per non perdere la licenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Alitalia ha tempo fino a giovedì per presentare un piano realistico per il salvataggio della compagnia. Scaduto l’ultimatum le verrà ritirata la licenza di volo. A stabilire le condizioni è l’Enac, l’ente nazionale per l’Aviazione Civile.

Vito Riggio, il presidente dell’Enac, ha spiegato di non avere altra scelta. “Alitalia ha esattamente 3 giorni per valutare se questo piano è convincente e se quindi può restare valida la licenza oppure se dobbiamo procedere alla revoca o alla sospensione come dice il regolamento”.

Riggio ha stabilito i termini dopo un incontro con Augusto Fantozzi, commissario straordinario di Alitalia.

Nelle casse delle compagnia ci sono ancora tra i 30 e i 50 milioni di euro, sufficienti solo a pagare gli stipendi di settembre. Ogni giorno il gruppo perde 2,1 milioni di euro e il debito complessivo ha raggiunto 1,2 miliardi di euro.

A Fiumicino intanto continuano le manifestazioni di protesta dei dipendenti che non si rassegnano all’idea del fallimento. “Non posso rischiare il mio posto di lavoro per assicurare il potere a pochi personaggi appartenenti a poche associazioni professionali e difenderò il mio posto di lavoro fino alla fine e mi batterò per questo”.

Nel tentativo di trovare una soluzione Fantozzi ha invitato a presentare, entro il 30 settembre, manifestazioni di interesse nei confronti di Alitalia. Invito rivolto a tutti, compagnie estere comprese. L’asta come ultima chance.