ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerriglia nel casertano dopo il massacro di 6 immigrati. "Non erano pusher" dicono gli amici

Lettura in corso:

Guerriglia nel casertano dopo il massacro di 6 immigrati. "Non erano pusher" dicono gli amici

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha scatenato una vera e propria guerriglia urbana nel casertano l’assassinio di sei immigrati africani e il ferimento di un altro in un agguato degno di Gomorra. Per ore il centro di Castelvolturno è stato in preda al vandalismo di alcuni amici e parenti delle vittime che hanno distrutto semafori, cartelli autostradali, automobili e negozi.

La rabbia è stata scatenata soprattutto dal fatto che le vittime, crivellate di colpi, sono state sospettate di essere spacciatori di stupefacenti per conto del clan camorrista dei casalesi.

Per calmare la situazione è sceso in strada anche il prefetto di Caserta che ha promesso che l’inchiestà per accertare il movente dell’agguato procederà speditamente. Mentre i ribelli hanno promesso che ripuliranno le strade.