ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Discorso al Parlamento del neo presidente pachistano Zardari - qualche ora dopo l'attacco al Marriott

Lettura in corso:

Discorso al Parlamento del neo presidente pachistano Zardari - qualche ora dopo l'attacco al Marriott

Dimensioni di testo Aa Aa

Poco prima dell’attentato il neo presidente pachistano Zardari, vedovo di Benazir Bhutto, si era rivolto al parlamento, riunito a camere unificate, per pronunciare il suo primo discorso ufficiale.

“Ho un sogno per il Pakistan. Il sogno è di liberare questo grande paese dal giogo della povertà, della fame, del terrorismo, delle divisioni, e lo so che anche voi, in quanto membri di questo parlamento, condividete il mio sogno.”

Poi una chiara allusione ai recenti attacchi missilistici effettuati dagli americani nel nord ovest del Pakistan, controllato dai talebani afghani.

“Chiedo al governo di essere determinato a non concedere l’utilizzo del nostro territorio per effettuare azioni terroristiche contro paesi stranieri. Non tollereremo la violazione della nostra sovranità e della nostra integrità territoriale da parte di alcuna potenza in nome della lotta al terrorismo.”

Zardari resta un fedele alleato di Washington, a cui ha confermato l‘împegno a lottare al suo fianco per sconfiggere il terrorismo, ma la sua scelta è piu’ che mai impopolare.