ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Contro crisi necessaria un'Europa unita

Lettura in corso:

Contro crisi necessaria un'Europa unita

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi economica è globale ed è giunta l’ora di mettersi in moto con attenzione. Il messaggio arriva da Fiuggi, dove la crisi rimbalza, al seminario del Partito Popolare Europeo. Numerosi gli ospiti, tra cui il presidente del Parlamento europeo Hans-Gert Pöttering, il premier francese François Fillon e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso.

“Ci auguriamo – ha detto Fillon – che i Paesi adottino al più presto una linea politica chiara sulla stabilità finanziaria, sugli strumenti di trasparenza e di controllo e allo stesso tempo sul coordinamento delle politiche economiche. Credo che se arriveremo a questo, dimostreremo che, come è successo per la crisi georgiana, quando l’europa è unita, funziona”.

Fillon, che oggi a Roma incontra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha insistito sulla necessità di muoversi come Europa nei confronti delle autorità americane, che, ha detto, devono prendersi le dovute responsabilità. Il Presidente della Commissione europea Barroso gli ha fatto eco rilanciando il ruolo europeo: “Da parecchio tempo – ha detto – la Commissione è impegnata per creare una dimensione europea più forte in questo contesto, ma occorre farlo come primo passo per un approccio globale”.

Barroso ha insistito: “l’Unione europea deve rimanere unita, respingere pressioni demagogiche e resistere con una politica lungimirante attuando
le riforme istituzionali previste dal Trattato di Lisbona”.