ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alitalia: il fallimento sembra inevitabile

Lettura in corso:

Alitalia: il fallimento sembra inevitabile

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono ormai poche le chance di salvare Alitalia. In teoria, un intervento straniero è ancora possibile e qualcuno spera anche in un ripensamento della cordata italiana che ieri ha ritirato la propria offerta. Ma lo scenario piú probabile rimane il fallimento. Il governo punta il dito contro la Cgil, ma il leader del sindacato di centrosinistra, Guglielmo Epifani, dichiara che sono stati gli imprenditori a tirarsi indietro e aggiunge: “E’ inimmaginabile che un piano di rilancio della compagnia aerea possa avvenire contro la rappresentanza piú forte dei piloti e degli assistenti di volo.”

Diverse le reazioni dei dipendenti, alcuni dei quali ieri hanno applaudito al fiasco della trattativa. Stamattina qualche volo è stato annullato, ma piloti e assistenti assicurano che continueranno a lavorare e sono convinti che si possa trovare un’altra soluzione.

“Il turista non si deve preoccupare, – precisa Massimo Muccioli dell’Anpav – gli aerei ci sono e volano. E’ chiaro che il commissario Fantozzi puó avere problemi di gestione finanziaria e noi gli siamo vicini pr trovare tutte le soluzioni che possano essere da parte nostra individuate.”

Il premier Silvio Berlusconi, che tanto aveva sollecitato la formazione di una cordata italiana in alternativa alla proposta avanzata da Air France l’anno scorso, spera che la CAI possa rientrare in gioco. A chi guarda all’estero, la compagnia tedesca Lufthansa risponde: “Alitalia, con il cospicuo debito che ha, non è gestibile.”