ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Russia la crisi finanziaria peggiore degli ultimi dieci anni

Lettura in corso:

In Russia la crisi finanziaria peggiore degli ultimi dieci anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo due giorni di caduta verticale degl’indici la borsa di Mosca rimane chiusa in attesa che le misure prese dal governo e dalla banca centrale per aumentare la liquidità del mercato bancario comincino a dare i primi effetti.

Il presidente russo Dmitry Medvedev ha cercato di lanciare mesaggi di rassicurazione.

“Non c‘è nulla di più importante per le autorità russe che la stabilità del nostro sistema finanziario nelle circostanze attuali. Al momento è la prima delle priorità”, ha detto Medvedv.

La situazione potrebbe aggravarsi se si cominciasse a diffondere il panico tra i risparmiatori provocando una crisi di liquidità. Il ricordo del collasso del 1998 è ancora presente nella memoria dei cittadini russi.

“Ho qualche risparmio in banca e sono preoccupata – dice un’anziana -. Non so ancora se andare a ritirare i miei soldi o se lasciarli lì”.

Rispetto a dieci anni fa le riserve finanziarie russe sono notevolmente aumentate e i debiti praticamente annullati. Per questo la Banca centrale ha potuto immettere liquidità sul mercato pari a 15 miliardi di euro.