ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Candidati presidenziali affrontano la crisi

Lettura in corso:

Candidati presidenziali affrontano la crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi finanziaria irrompe nella campagna elettorale statunitense. L’economia resta la principale preoccupazione per gli americani e i due candidati alla Casa Bianca prendono posizione. A partire dal repubblicano John McCain, che ha accolto con favore la scelta del governo di non salvare Lehman Brothers con i soldi dei contribuenti: “Le fondamenta della nostra economia sono ancora forti – ha detto McCain -, ma questi sono tempi molto molto difficili e vi prometto che non metteremo più l’America in questa situazione. Ripuliremo Wall Street. Riformeremo il governo. Questo è un fallimento”.

Il candidato democratico Barack Obama non ci ha messo molto ad attaccare McCain per avere parlato di fondamenta solide: “Per otto anni abbiamo avuto politiche che hanno frantumato le tutele dei consumatori, allentato i regolamenti e la sorveglianza e incoraggiato i maxi bonus ai vertici aziendali, senza curarsi della classe media americana. Il risultato è la crisi finanziaria più seria dalla Grande Depressione”.

E secondo gli ultimi sondaggi sarebbe proprio Obama, per gli americani, il più capace di gestire l’economia. Anche se con un leggero vantaggio su McCain.