ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi finanziaria investe le banche. Crollano Hbos, Ubs, Natixis e Fortis

Lettura in corso:

La crisi finanziaria investe le banche. Crollano Hbos, Ubs, Natixis e Fortis

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ uno tsunami finanziario quello che ha investito le Borse europee e soprattutto le banche, che in alcuni casi hanno subito veri e propri crolli. A pagare il prezzo maggiore è il gigante inglese nel settori dei mutui Hbos, che ha ceduto il 22% alla borsa di Londra sul timore che gli attuali costi del denaro interbancario siano superiori ad alcuni contratti stipulati con la clientela. Fortemente penalizzati anche l’istituto svizzero Ubs, che perde il 18%, la francese Natixis (-16%) e l’olandese Fortis, che cede l’11,5%.

“Il nervosismo è la parola chiave – dice un analista – . Sui mercati si è diffuso il panico. C‘è chiaramente voglia di vendere, ma quando si vuole vendere bisogna avere qualcuno disposto a comprare. E i gestori di fondi stanno cominciando a pensare che non è il momento per scommettere sulle società”.

Il vento gelido della crisi che soffia dagli Stati Uniti non investe, per ora, Spagna e Italia. Gli istituti bancari italiani e spagnoli finora non sono risultati esposti ai famigerati titoli contenenti i subprime. Ma nonostante questo, tutti i titoli bancari del listino principale di Milano hanno chiuso con cali tra il 3 e il 4%.