ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cantieri navali polacchi: "Bruxelles decida in fretta"

Lettura in corso:

Cantieri navali polacchi: "Bruxelles decida in fretta"

Dimensioni di testo Aa Aa

I lavoratori dei cantieri navali polacchi chiedono a Bruxelles quale futuro li attende. Circa 150 manifestanti del sindacato Solidarnosc hanno dimostrato fuori dal palazzo della Commissione chiedendo una decisione rapida sul piano di ristrutturazione presentato venerdì da Varsavia. La Polonia rischia di dover chiedere indietro più di un miliardo di euro se i finanziamenti concessi venissero considerati aiuti di stato.

La commissaria alla Concorrenza Neelie Kroes: “Siamo consapevoli che l’incertezza su questa questione va avanti da troppo tempo in Polonia, i cittadini meritano di avere una risposta certa e in tempi brevi”.

Dopo l’ingresso della Polonia nell’Unione, a maggio del 2004, gli impianti di Gdynia e Stettino ricevettero aiuti da parte dello Stato a sostegno della produzione. La Commissione nel 2005 aveva avviato un’inchiesta per stabilire se i finanziamenti concessi potessero essere considerati aiuti di stato.