ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La banca d'affari Lehman Brothers dichiara fallimento

Lettura in corso:

La banca d'affari Lehman Brothers dichiara fallimento

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi dei mutui subprime fa una prima vittima eccellente negli Stati Uniti. La banca d’affari Lehman Brothers ha dichiarato oggi il fallimento chiedendo l’ammissione al capitolo 11 della legge fallimentare. Il dettaglio è importante perché a differenza del capitolo 7 permette alla società di continuare ad effettuare alcune operazioni mentre il tribunale ne esamina la riorganizzazione.

La situazione è precipitata dopo l’abbandono delle trattative da parte di Bank of America prima e di Barclays poi.

“Credo che assisteremo ad altri fallimenti d’istituzioni finaziarie – afferma l’ex presidente della Fed -. Ma questo non deve essere un problema. Tutto dipende da come è gestita la liquidazione. Quindi non dovremmo cercare di proteggere ogni singola istituzione. Perché l’ordinario dei cambiamenti finanziari è fatto di vincitori e vinti”.

Le autorità statunitensi sono intervenute in passato per salvare Bear Stearns consegnandola nella mani di Jp Morgan. E più recentemente con la nazionalizzazione di Fannie Mae e Freddie Mac. A Lehman, che ha rifiutato di utilizzare denaro pubblico per superare le difficoltà, è stata chiusa la porta.

Ed è anche di oggi la notizia dell’acquisto di Merrill Liynch da parte di Bank of America per 50 miliardi di dollari facendo nascere la prima istituzione finanziaria mondiale.