ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ike, grave minaccia per Huston

Lettura in corso:

Ike, grave minaccia per Huston

Dimensioni di testo Aa Aa

Minacciose e fragorose onde alte fino a 18 metri si infrangono su tutto quello che trovano. Ike, l’uragano di categoria 2 è sul Texas, dove le autorità hanno fatto evacuare la città di Galvestone, in parte già allagata.

Secondo il National Hurricane Center di Miami, attualmente l’occhio del ciclone è sulla città, dove fino a qualche ora fa centinaia di persone sono state sorprese a camminare per le strade, nell’intento di portare in salvo le loro cose più preziose.

Grande quanto l’intero Texas, i venti di Ike soffiano a circa 140 chilometri orari, ma una volta abbandonata la fascia costiera compresa tra il Texas e la Louisiana l’uragano dovrebbe perdere di intensità, puntando però su Houston, la quarta città più densamente popolata degli stati Uniti.

Qui le autorità hanno imposto il coprifuoco, perchè nonostante il precedente ordine di evacuazione sono almeno 90mila le persone che non hanno lasciato le loro abitazioni: non si può più usciredi casa fino a sabato sera e in alcuni casi fino all’alba di domenica mattina.

C‘è timore anche per le raffinerie intorno a Houston, una delle capitali dell’industria petrolifera americana, oltre che per le piattaforme al largo, nel golfo del Messico, che Ike potrebbe spazzare via. Dei 26 impianti petroliferi dell’area, 13 sono stati chiusi per precauzione.