ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medvedev lancia nuove accuse contro gli occidentali

Lettura in corso:

Medvedev lancia nuove accuse contro gli occidentali

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente russo Dmytri Medvedev è tornato ad accusare l’occidente di compiere azioni provocatorie nel mar Nero. La denuncia è avvenuta nel solenne quadro del Consiglio di Stato, l’organismo che raccoglie i governatori e i presidenti di regioni e repubbliche della Federazione russa, da lui presieduto per la prima volta.

Secondo Medvedev non c‘è bisogno di navi da guerra per far giungere aiuti alla Georgia. “Hanno inviato l’intera flotta per portare aiuti umanitari – ha detto il presidente russo -. Mi chiedo come si sentirebbero se noi inviassimo la nostra marina militare ai Caraibi per fornire assistenza alle popolazioni colpite dagli uragani”.

La Russia aveva accusato gli Stati Uniti di trasportare sulle proprie navi militari non solo aiuti alla Georgia ma soprattutto rifornimenti di armi. La circostanza è stata definita ridicola dagli Stati Uniti. Anche la Nato ha spiegato che la presenza delle proprie navi nel Mar Nero fa parte di manovre militari previste da tempo.