ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi in Georgia: missione civile europea e un'inchiesta internazionale

Lettura in corso:

La crisi in Georgia: missione civile europea e un'inchiesta internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Prende forma la missione civile in Georgia mentre si rafforza l’ipotesi di un’inchiesta internazionale sulle responsabilità nel conflitto in corso. Questioni cruciali per uscire dalla crisi che pero’ potranno essere precisate solo dopo l’incontro di lunedì tra con il leader del Cremlino Medvedev e il presidente francese e capo di turno dell’Unione Europea Sarkozy che dopo Mosca farà tappa a Tbilissi: una missione delicata : in gioco l’avvio dei negoziati su Ossezia del Sud e Abkhazia e il completo ritiro delle forze russe dalla Georgia.

Da Avignone dove sono riuniti per una due giorni informale, i ministri degli esteri dei 27 paesi europei ieri hanno confermato la disponibilità ad impegnarsi concretamente per costruire un futuro di stabilita’ nel Caucaso, dopo avere contribuito in modo decisivo a far tacere le armi.

Ad insistere per l’inchiesta e’ stato soprattutto il ministro degli esteri tedesco Steinmeier secondo il quale potrebbe essere affidata alle Nazioni Unite o all’Osce.

E diplomaticamente Mosca continua a replicare mossa su mossa a Washington mettendo ora in dubbio la legittimità dell’arrivo nel porto georgiano di Poti della sofisticata nave militare della Sesta flotta americana, minacciando il ricorso all’Onu-

Le perplessità riguardano la stazza e l’uso di una nave di questo tipo per il trasporto di
una asserita grande quantità di aiuti umanitari.