ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La BP cede alle richieste russe sul rilancio della joint venture Tnk-BP

Lettura in corso:

La BP cede alle richieste russe sul rilancio della joint venture Tnk-BP

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordo tra la società britannica BP e il il consorzio russo Alfa-Access-Renova, sul futuro della joint venture Tnk-BP. Gli azionisti della società hanno firmato un memorandum che pone fine ad un lungo braccio di ferro che aveva messo in pericolo la presenza del gruppo petrolifero britannico in Russia.

Al primo punto dell’intesa c‘è l’uscita dell’attuale presidente Robert Dudley entro fine anno e l’ingresso di tre nuovi consiglieri indipendenti nel cda.

Il terzo gruppo petrolifero russo, valutato in 45 miliardi di dollari, dovrà anche collocare sul mercato entro due anni il 20% delle azioni della società.

Appena concluso l’accordo il titolo è volato in Borsa con una crescita del 13%.

Negli ultimi tempi gran parte degli interessi britannici in Russia sono finiti nel mirino della giustizia o delle autorità. Allo stesso Dudley, che aveva procurato alla società dividendi per 20 miliardi di dollari in cinque anni, è stato vietato di lavorare in Russia per un periodo di due anni.