ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia, il governo accerchiato dai dimostranti cerca una via di uscita con un referendum.

Lettura in corso:

Thailandia, il governo accerchiato dai dimostranti cerca una via di uscita con un referendum.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro Samak Sundaravej rifiuta categoricamente di dimettersi come da giorni chiedono i cittadini che protestano nelle strade di Bangkok. Il referendum sarebbe una sorta di voto di fiducia da tenersi in ottobre, un test che il premier è convinto di vincere grazie al sostengno di cui gode nelle campagne e tra i ceti meno abbienti. La crisi invece è fomentata dall’opposizione di classe media della capitale. L’alleanza del Popolo per la Democrazia, principale partito di opposizione, accusa il governo di essere alleato dell’ex primo ministro Thaksin Shinawatra, destituito con un colpo di stato nel 2006 e oggi in esilio a Londra. Mercoledì le dimissioni del ministro degli esteri hanno dato una forte scossa alla stabilità del paese, l’economia e il turismo cominciano a risentire della crisi.