ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles assolve l'Italia per il censimento dei rom

Lettura in corso:

Bruxelles assolve l'Italia per il censimento dei rom

Dimensioni di testo Aa Aa

Pace fatta tra la Commissione europea e l’Italia sui rom. Bruxelles, dopo i chiarimenti forniti da Roma, ha dichiarato legittime e non discriminatorie le misure adottate dal governo Berlusconi per il censimento dei campi nomadi, perché non comportano automaticamente l’identificazione dell’origine etnica o della religione dei soggetti.

Un portavoce della Commissione sottolinea: “Queste misure sottopongono la raccolta di imponte digitali a rigide condizioni, ai soli fini del riconoscimento delle persone in questione e come soluzione ultima. Quindi il ricorso alle impronte non è sistematico, al contrario è piuttosto limitato.”

Le misure annunciate dal ministro dell’interno Roberto Maroni avevano suscitato le perplessità dell’Unione europea anche perché prevedevano la raccolta delle impronte digitali dei bambini. Il governo italiano aveva peró affermato che il censimento serviva anche a tutelare i minori, e a verificare che frequentassero la scuola.