ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via nuove trattative per la riunificazione di Cipro

Lettura in corso:

Al via nuove trattative per la riunificazione di Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

All’insegna del moderato ottimismo sono cominciati oggi a Nicosia i colloqui tra il leader turco-cipriota Mehemet Ali Talat e il presidente cipriota Dimitris Christofias. Presente anche l’inviato speciale del segretario generale dell’Onu, l’australiano Alexander Downer.

Si incontrano per la quinta volta in sei mesi nella speranza di poter finalmente avviare negoziati per la riunificazione di Cipro. La riunione odierna ne prepara l’avvio ufficiale, previsto per il prossimo 11 settembre.

Sull’eventualità di raggiungere l’obiettivo finale in tempi brevi tutti si mostrano dubbiosi, con diplomazia.

“Contiamo di arrivare a un risultato il piu’ presto possibile, ha detto il presidente cipriota. Nessuno di noi due puo’ dire con certezza che sarà domani, o dopodomani. Ci sono una volontà, un desiderio, un impegno comuni per raggiungere obiettivi che stanno a cuore a tutti i ciprioti.”

Gli ha fatto eco Talat, non senza accennare al ruolo della Turchia, che i turco ciprioti vogliono come garante. “Ankara ci sostiene, siamo certi che riusciremo a concludere un accordo globale, magari, come ha detto l’amico Dimitris Christofias, entro tempi brevi.”

E’ vero che l’occasione è storica: l’isola è divisa dal 1974 dopo un intervento militare di Ankara a tutela della minoranza turco cipriota a seguito dell’occupazione militare di Cipro da parte del regime dei colonnelli in Grecia.

Il processo di riunificazione procede a piccoli passi, alcuni simbolici, come quando nell’aprile scorso venne aperto il transito tra il nord e il sud della principale arteria di Nicosia, l’ultima capitale divisa del mondo.