ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca: "Ragionevolezza" nella posizione europea. Sarkozy in Russia e Georgia

Lettura in corso:

Mosca: "Ragionevolezza" nella posizione europea. Sarkozy in Russia e Georgia

Dimensioni di testo Aa Aa

Le conclusioni del vertice europeo dedicato alla crisi in Georgia non dispiacciono del tutto alla Russia. Sebbene i 27 abbiano deciso di congelare le trattative per un partnerariato con Mosca, da Bruxelles non è uscita la imposizione di sanzioni. E tanto basta alla diplomazia russa per enfatizzare gli aspetti “ragionevoli” della posizione di Bruxelles.

E l’Unione europea prova a rilanciarsi nel ruolo di mediatore.

“D’intesa con tutti i membri dell’Unione”, ha detto il presidente di turno Sarkozy, “andremo a Mosca e Tiblisi. Cheideremo alla Russia di applicare con scrupolo i sei punti del piano”.

Speculare la reazione di Tiblisi che si dice soddisfatta per il forte monito rivolto alla Russia, ma alza il tiro. Nel tentativo di togliere legittimità ai caschi blu russi presenti nella regione, il presidente Saakasvili oggi ha revocato unilateralmente il Trattato del 1992 sullo status dell’Ossezia del Sud. In più si prepara a ricevere il vicepresidente statunitense Cheney per una visita che è destinata a far discutere.

Più articolata la reazione al vertice europeo dei media russi che scrivono titoli come: La Russia spacca l’Europa.