ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ue striglia Mosca e cerca d'inviare suoi osservatori in Georgia

Lettura in corso:

L'Ue striglia Mosca e cerca d'inviare suoi osservatori in Georgia

Dimensioni di testo Aa Aa

I Paesi membri dell’Unione Europea hanno deciso di sospendere le trattative per il tanto atteso accordo strategico con la Russia fintanto che le truppe di Mosca non torneranno sulle posizioni anteriori al conflitto con la Georgia.

Accantonata la proposta delle sanzioni, Bruxelles punta a usare questo strumento di pressione per poter negoziare con Mosca.

“Questa riunione non era diretta contro la Russia – ha detto il presidente francese Sarkozy riferendosi al summit straordinario di ieri – Ma è anche chiaro che il comportamento della Russia nel corso delle due ultime settimane, con la sua reazione militare sporporzionata, con il riconoscimento dell’autoproclamata indipendenza delle due entità, il mantenimento delle truppe in territorio georgiano, ha fatto nascere una profonda preoccupazione in Europa e altrove”.

I leader dei 27 vogliono far accettare al Cremlino l’invio di un gruppo osservatori europei di monitorare il rispetto della tregua.

“E’ chiaro che alla luce degli avvenimenti recenti non possiamo continuare come se niente fosse accaduto”, ha detto il capo della Commissione Europea Barroso annunciando che, insieme a Sarkozy, andrà a Mosca e a Tblisi lunedì prossimo.

I ministri degli esteri dei Paesi dell’Unione verranno poi aggiornati il 15 settembre.