ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ocse vede nero. Previsioni di crescita riviste al ribasso per Eurolandia e Gran Bretagna

Lettura in corso:

L'Ocse vede nero. Previsioni di crescita riviste al ribasso per Eurolandia e Gran Bretagna

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ocse tasta il polso all’economia e rivede al ribasso le previsioni di crescita in Eurolandia e in Gran Bretagna.

I rincari delle materie prime, la crisi del settore immobiliare e le turbolenze sui mercati finanziari continuano ad essere fattori di incertezza si legge nel Rapporto intermedio sulle prospettive economiche reso pubblico martedi.

L’economia statunitense rappresenta un eccezione. Per il 2008 le previsioni di crescita vengono riviste al rialzo. Si passa dall’1,2 all’1,8%. Ma nella zona Euro, in Gran Bretagna e anche in Giappone gli indicatori congiunturali lasciano intravedere una crescita piu debole del previsto.

La politica monetaria della Banca Centrale Europea che il 3 luglio scorso ha alzato di un quarto di punto i tassi di interesse portandoli al 4,25% continua a subire attacchi da parte di chi vorrebbe che si privelegiassero le misure di sostegno alla crescita piuttosto che la lotta all’inflazione.

L’aumento dei costi delle materie prime e di beni di consumo basilari come il pane, il latte e la pasta mostra pero’ che l’inflazione è in agguato e i suoi effetti pesano soprattutto sulle tasche dei ceti piu deboli