ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gustav stravolge il programma della convention repubblicana

Lettura in corso:

Gustav stravolge il programma della convention repubblicana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il momento non poteva essere peggiore per la convention repubblicana: non solo il 1° settembre è la Festa del Lavoro negli States e gli americani saranno piu’ impegnati in attività all’aperto che davanti al televisore, ma l’uragano Gustav tocca proprio oggi le coste americane – automatico sarà il ricordo della pessima gestione di Katrina da parte dell’attuale amministrazione repubblicana.

Anche per questo John McCain e la candidata alla vicepresidenza Sarah Palin ieri erano a Jackson, nel Mississipi, quartier generale per la gestione delle situazioni d’emergenza.

“Metteremo da parte l’emergenza politica per occuparci dell’emergenza nazionale, ha detto McCain; faremo tutto cio’ di cui l’America ha bisogno perche’ è nella natura della nostra nazione dare una mano a chi viene colpito da questo uragano.”

Bush stesso ha annullato la sua partecipazione alla convention repubblicana, notizia che vista l’impopolarità del presidente uscente non deve esser risultata sgradita a McCain.

Assenti dunque Bush, cosi’ come il vice Dick Cheney, pure impopolare, mentre è stato previsto uno spazio nel programma della convention in cui si spiegherà ai delegati cosa fare per dare una mano coi soccorsi.

Non sarà facile trovare l’equilibrio tra l’apparire efficienti, compassionevoli e non troppo opportunisti in un momento cosi’ delicato politicamente, con McCain a solo un punto dietro il rivale democratico.

La settimana scorsa il colpo grosso di McCain era stata la designazione, tutta politica, di una donna alla vicepresidenza – un’illustre sconosciuta, sconosciuta allo stesso McCain. Ultraconservatrice, solo 44enne, la governatrice dell’Alaska dovrebbe attirare il voto femminile, dei religiosi e degli antiabortisti. Pur popolarissima a livello locale, l’inesperienza sul piano nazionale potrebbe essere un handicap.