ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: fusione Commerzbank-Dresdner. I posti di lavoro a rischio sono 9 mila.

Lettura in corso:

Germania: fusione Commerzbank-Dresdner. I posti di lavoro a rischio sono 9 mila.

Dimensioni di testo Aa Aa

A Francoforte come a Berlino l’argomento del giorno è l’acquisizione della Dresdner Bank da parte di Commerzbank. Un operazione costata quasi 10 miliardi di euro che pone le basi per la creazione del secondo gruppo creditizio tedesco dopo Deutsche Bank.

Martin Blessing, il direttore della Dresdner, ha espresso soddisfazione per il buon esito delle trattative di fusione che permetterà di contendere a Deutsche Bank la leadership del mercato.

Il nuovo istituto, come mostra il grafico, potrà contare su 11 milioni di clienti, 1200 agenzie, e su una quota di mercato del 13% per quanto riguarda le attività di sportello.

L’unione 100% tedesca non sarà pero’ indolore. Commerzbank ha già annunciato un piano di austerity che dovrebbe permettere di risparmiare quasi 2 miliardi all’anno. I posti a rischio sono circa 9 mila.

“Siamo molto preoccupati – spiega quest’impiegata della Dresdner – le voci di tagli stanno provocando un ondata di panico. Anche se, a quanto pare, la direzione ha previsto degli ammortizzatori e delle soluzioni alternative pe rmolti di noi”

Generali, ha reagito all’annuncio della fusione, spiegando che intende restare azionista di Commerzbank anche se con una quota inferiore all’attuale 8,6%. Il principale azionista del gruppo resterà il gruppo Allianz che conserverà quasi il 30% del capitale.

In Borsa i titoli dei due istituti tedeschi in particolare quello di Commerzbank hanno subito perdite significative. Anche Generali segna una flessione.