ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Catena umana georgiana contro Mosca

Lettura in corso:

Catena umana georgiana contro Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

In Georgia, a Tiblisi la catena umana contro Mosca che riempie le vie principali della città è come un fiume in piena e raggiunge dimensioni che mandano in tilt la circolazione. Intanto per le strade scende anche il presidente Mikhail Saakshvili, che tiene in braccio il figlioletto Edward.

“Sono molto orgoglioso del mio popolo – dice -. Tutta la nazione si è alzata in piedi per sostene la causa e si è riunita attorno ai check point, per le strade, nelle principali città e villaggi”.

Manifestazioni di sostegno, solidarietà e condivisione arrivano a Saakashvili da tutto il mondo e anche dalle città vicine alla capitale: da Poti e Zugdidi. Per le strade sventolano bandiere dell’Unione europea e della Nato, mentre enormi striscioni ricoprono interamente le facciate degli edifici.

Uomini e donne si tengono per mano e per le strade scendon oanche i bambin. Su uno striscione si legge: “La Russia non ci restituirà piu’ la nostra infanzia”.