ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice straordinario sulla Georgia: l'Unione europea alla ricerca dell'unità

Lettura in corso:

Vertice straordinario sulla Georgia: l'Unione europea alla ricerca dell'unità

Dimensioni di testo Aa Aa

Davanti alla crisi in Georgia l’Unione europea cercherà domani una sintesi unitaria. Ma il vertice straordinario convocato dalla presidenza francese rischia di frantumarsi sulle differenze tra i 27: da un lato i nuovi paesi membri, non contrari a coinvolgere Tiblisi nella Nato, dall’altro quelli più pragmatici, che con Mosca non vorrebbero litigare.

Alla vigilia della riunione di Bruxelles il ministro degli Esteri tedesco Frank Walter Steinmeier ha lanciato un appello alle parti. “Smettete di far crescere la tensione. Già ora le conseguenze della crisi sono gravi. Impedire ulteriori conseguenze, questo è ora l’obiettivo. E di questo cercherò di occuparmi”.

Al presidente di turno dell’Unione, Sarkozy, il leader del Cremlino Medvedev ha poi fatto arrivare un messaggio insieme conciliante e fermo: Mosca non farà retromarcia sul riconoscimento di Ossezia e Abkhazia, non vuole conflitti con nessuno ma non accetterà di farsi isolare.

Nonostante il fitto lavoro diplomatico la temperatura politica locale è destinata a rimanere alta: il vicepresidente statunitense Cheney, uno dei falchi dell’amministrazione Bush, martedi comincerà un viaggio in Ucraina, Azerbaijan e Georgia.