ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messicani in piazza contro la violenza per la seconda Marcha Blanca

Lettura in corso:

Messicani in piazza contro la violenza per la seconda Marcha Blanca

Dimensioni di testo Aa Aa

Più di centocinquantamila messicani sono scesi in piazza in diverse città del paese per la Marcia Bianca Contro la Violenza. I promotori chiedono misure concrete per arginare l’ondata crescente di rapimenti, omicidi e aggressioni.

Nell’ultimo anno in Messico la guerra tra cartelli della droga ha fatto 2300 morti, e secondo un istituto indipendente, si sarebbero contati più di 7000 sequestri di persona. Al presidente Calderon i manifestanti hanno chiesto di rispettare gli impegni presi prima del voto. “Non dovranno passare inutilmente altri quattro anni”, dice Patricia Monterola, una popolare attrice messicana. “Io vorrei il Messico di quando ero bambina e si poteva giocare nelle strade. Sono orgogliosamente messicana ma vorrei il paese libero dalla violenza”.

A spingere alla mobilitazione, gli avvenimenti più recenti, come il ritrovamento del cadavere di un ragazzo di 14 anni, rapito per estorsione, e le decine di decapitazioni registrate in diverse regioni. Le ultime nella capitale, dove due teste sono state ritrovate accanto alla Procura della repubblica, avvolte in un messaggio di minacce contro la polizia.