ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Saakashvili visita Poti, l'Unione Europea esclude sanzioni contro Mosca

Lettura in corso:

Saakashvili visita Poti, l'Unione Europea esclude sanzioni contro Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Rotte le relazioni diplomatiche con la Russia il presidente georgiano Mikheil Saakashvili ha visitato Poti, la città sul mar Nero dove sono ancora presenti soldati russi.

Saakashvili ha definito occupanti i militari che controllano almeno due checkpoint alla periferia della città che si trova al di fuori della zona di sicurezza voluta da Mosca e contestata da Tiblisi e dall’Occidente.

Intanto i Paesi europei si preparano al vertice straordinario di lunedì sulla crisi nel Caucaso. La presidenza francese ha escluso sanzioni contro la Russia, Paese che assicura un quarto dei bisogni energetici dell’Europa. “La Francia non vuole sanzioni, la Francia vuole mantenere il dialogo. La soluzione in ogni caso deve essere politica e non militare”, ha detto il ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner.

La Francia vuole l’applicazione del piano in sei punti firmato da Russia e Georgia, e chiederà ai 27 di condannare il riconoscimento dell’indipendenza di Abkhazia e Ossezia del sud da parte di Mosca.

“Se dicessi che il consiglio europeo straordinario di lunedì ci lascia indifferenti mentirei”, ha detto il premier russo Vladimir Putin in un’intervista ad una televisione tedesca. “Ovviamente seguiremo con molta attenzione quello che accadrà a Bruxelles, speriamo che prevarrà il buon senso e che ci sarà un’analisi veramente obiettiva di ciò che è accaduto in Ossezia del sud e in Abkhazia”.

Dopo aver deciso di richiamare in patria gran parte del personale diplomatico presso l’ambasciata georgiana a Mosca, Tbilisi ha annunciato la rottura totale delle relazioni diplomatiche con la Russia. Resterà attiva solo la rete consolare.