ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

McCain lancia la sua vice, Obama pungente: "Lei ok, è McCain che non va"

Lettura in corso:

McCain lancia la sua vice, Obama pungente: "Lei ok, è McCain che non va"

Dimensioni di testo Aa Aa

“La scelta di Sarah Palin come candidata alla vicepresidenza rilancerà l’immagine di John McCain?”. E’ questa, negli Stati Uniti, la domanda del girono. Il candidato repubblicano alla Casa Bianca, d’altra parte, aveva scelto la giornata conclusiva della Convention democratica per rendere nota la sua decisione: un tentativo, secondo molti, per rubare la scena a Barack Obama.

Il senatore democratico, che nei sondaggi distanzia McCain di otto punti percentuali, fa mostra di non temere la sfida.

“Non la conosco, sembra una persona emotiva e con una storia importante. Sono certo che potrà aiutare i repubblicani. Ma devo aggiungere che per John McCain non cambia la situazione. Resta lui al primo posto del ticket”.

Il profilo della Palin, governatore in Alaska, pare fatto apposta per parlare all’America profonda che non nega di essere conservatrice. Sostiene il diritto di ciascun cittadino a girare armato, e per ciò riesce gradita anche alla importante lobby degli armieri statunitensi.

Antiabortista militante, la quarantaquattrenne Palin ha cinque figli, l’ultimo di quattro mesi. Un elemento che le vale il sostegno della destra religiosa.

Infine, è specializzata in diritto dell’ambiente, ma pesca salmoni e afferma che ci sia bisogno di trivellare in Alaska alla ricerca di idrocarburi: tutte posizioni niente affatto sgradite alla grande famiglia dei petrolieri.