ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Egitto apre per 48 ore il posto di frontiera di Rafah. Una boccata d'ossigeno per la striscia di Gaza stretta dalla morsa israeliana

Lettura in corso:

L'Egitto apre per 48 ore il posto di frontiera di Rafah. Una boccata d'ossigeno per la striscia di Gaza stretta dalla morsa israeliana

Dimensioni di testo Aa Aa

La morsa che stringe Gaza si allenta almeno per due giorni. Le autorità egiziane hanno infatti deciso di riaprire per 48 ore il passaggio frontaliero di Rafah permettendo ai palestinesi rimasti bloccati oltreconfine di riguadagnare la Striscia e alle persone con residenza egiziana di fare il percorso inverso.

In base ad un accordo siglato nel 2005 sotto l’egida statunitense l’Egitto è obbligato ad ottenere il si di Israele e dell’Autorità nazionale palestinese per riaprire il proprio confine con la striscia di Gaza. Da quando è finita sotto il controllo di Hamas la Striscia è di fatto isolata dalle forze armate israeliane che controllano i passaggi di confine e, con le loro unità navali, pattugliano le acque antistanti