ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il parlamento russo approva l'appello per l'indipendenza di Abkhazia e Ossezia del sud


mondo

Il parlamento russo approva l'appello per l'indipendenza di Abkhazia e Ossezia del sud

Il parlamento russo ha votato a favore del riconoscimento dell’indipendenza di Abkhazia e Ossezia del sud. Il Consiglio delle Federazioni, la camera alta e la Duma, la camera bassa, hanno raccolto l’appello dei presidenti delle due repubbliche secessioniste georgiane, giunti a Mosca per perorare la loro causa.

Per il presidente dell’Abkhazia Serguei Bagapsh, quella dell’indipendenza è una questione di giustizia:

“Vi esorto a ristabilire la giustizia storica, in nome di un futuro positivo per i nostri popoli, in nome di uno sviluppo stabile per tutto il Caucaso. La vostra decisione deve porre le basi di questo futuro. Non c‘è nessuna altra strada per l’Abkhazia, né per l’Ossezia del sud. Noi non torneremo indietro”.

Dello stesso tenore l’intervento in parlamento del presidente dell’Ossezia del sud Eduard Kokoyty:

“Le autorità georgiane, con la loro violenza insensata, hanno scavato un fossato di sangue senza fondo fra la Georgia da un lato e l’Ossezia del sud e l’Abkhazia dall’altro. Mai più, a nessuna condizione, i nostri popoli vivranno nel medesimo stato con i georgiani”.

La prima richiesta di indipendenza di queste due regioni che Stalin aveva attribuito alla Georgia, seppur con uno statuto speciale, risale a crollo dell’Unione Sovietica. Poi, all’inizio degli anni ’90, Abkhazia e Ossezia del sud hanno conquistato una larga autonomia di fatto. La settimana scorsa decine di migliaia di persone sono scese in piazza nelle due capitali ribelli per sostenere le mosse secessioniste dei rispettivi governi.

Storie correlate:
Prossimo Articolo

mondo

USA