ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Iushenko torna a bussare alla porta della Nato per tutelarsi da Mosca

Lettura in corso:

Ucraina, Iushenko torna a bussare alla porta della Nato per tutelarsi da Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ukraina riafferma la volontà di aderire alla Nato nel più breve tempo possibile, per non fare la stessa fine della Georgia.

Nel giorno del diciassettesimo anniversario dell’indipendenza del paese, seguita al collasso dell’Unione Sovietica, il presidente Viktor Iushenko ha espresso la necessità di accelerare il cammino verso l’Alleanza atlantica e ha detto che l’Ucraina deve rafforzare le proprie difese militari.

Il suo intervento, in piazza dell’Indipendenza a Kiev, è stato seguito da una parata delle forze armate, primo sfoggio di potenza militare in anni da parte dell’Ucraina.

Il conflitto armato tra Mosca e Tbilisi ha messo in allarme il governo di Kiev, che ha espresso esplicitamente il suo sostegno alla Georgia, quando i tank russi ne hanno occupato il territorio. Come in Georgia, anche in Ucraina esistono province dove la popolazione è in maggioranza filorussa. Tra queste, la Crimea ha un enorme valore strategico, poiché ospita la flotta russa sul Mar Nero.

Tensioni tra filorussi e filo-occidentali si sono manifestate alcuni giorni fa nel porto di Sebastopoli, quando la flotta del Cremlino ha partecipato all’offensiva contro la Georgia.

I membri della Nato hanno promesso l’adesione a Ucraina e Georgia, ma senza accordare ai due paesi lo status di candidati ufficiali.