ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ritiro lento dei russi dalla Georgia

Lettura in corso:

Ritiro lento dei russi dalla Georgia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’impazienza occidentale comincia a prendere le sembianze dello scetticismo in Georgia. Il ritiro dei militari russi, annunciato in grande stile dal Cremlino, sta avvenendo alla spicciolata.

Malgrado il forcing delle cancellerie occidentali, Mosca sembra intenzionata piuttosto a rinforzare militarmente i propri obiettivi, verranno creati 20 check point e in Ossezia del sud resteranno i peacekeepers. Il ritiro, precisa comunque il presidente russo, avrà termine entro venerdì.

Se sul terreno la situazione non è semplice, quella diplomatica è quanto mai complessa.
Il parlamento della repubblica secessionista georgiana dell’Abkhazia ha approvato l’appello del presidente Serghei Bagapsh alla Russia di riconoscerne l’indipendenza.

Mentre al Consiglio di sicurezza dell’Onu, la Russia ha posto il suo veto a una bozza di risoluzione in cui si chiedeva il ritiro delle truppe russe e si invitava al rispetto dell’integrità territoriale della Georgia.