ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esplosione di gioia a Karachi

Lettura in corso:

Esplosione di gioia a Karachi

Dimensioni di testo Aa Aa

I partiti che per anni sono stati all’opposizione in Pakistan, e che da alcuni mesi sono al governo, vedono nella caduta di Musharraf il vero inizio di una nuova era.

Il figlio diciannovenne della leader assassinata Benazir Bhutto, Bilawal, Co-presidente del Partito del popolo pakistano:

“Alcuni giorni dopo l’assassinio di mia madre, dissi che la democrazia è la migliore vendetta ed è vero, la democrazia è la migliore vendetta. Oggi siamo tutti molto fieri del nostro paese”.

Gli avvocati e i magistrati, che con le loro proteste hanno assestato duri colpi al regime di Islamabad festeggiano ugualmente, mentre la Lega Musulmana di Nawaz Sharif chiede che giustizia sia fatta. Musharraf va processato.

“La nostra posizione è piuttosto chiara – dice un portavoce del partito – il Generale Musharraf non è nessuno. Il problema è l’atteggiamento nei confronti della violazione della costituzione. Ci vuole un processo, perchè in futuro nessuno nemmeno osi pensare di violare la costituzione”.

Anche il partito di Sharif è al governo, ma è più probabile che il nuovo presidente venga dal partito della leader assassinata, vincitore a febbraio. E il nome più ricorrente è quello del vedovo Asif Ali Zardari.