ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Polonia che giovedì si è impegnata a ospitare una parte dello scudo antimissile americano fa ora i conti con la rabbia di Mosca

Lettura in corso:

La Polonia che giovedì si è impegnata a ospitare una parte dello scudo antimissile americano fa ora i conti con la rabbia di Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Per cercare di rassicurare il Cremlino, Varsavia si dice pronta ad accogliere ispettori russi nelle basi che accoglieranno le batterie di missili statunitensi.

Ma il vice capo di Stato maggiore russo, generale Anatoli Nogovitsin, usa i toni duri, sia con la Polonia che con gli Stati Uniti.

Varsavia si mette nel mirino da sola, ha detto, così si espone al rischio di diventare un bersaglio. Per quanto ci riguarda – ha aggiunto – la nostra posizione è nota. Posso solo aggiungere che è un peccato che questo accada in un momento così difficile, in cui ci sono così tante questioni ancora irrisolte. Questo fatto può solo complicare le nostre relazioni con gli Stati Uniti”.

La coincidenza dell’accordo con la crisi in atto in Georgia è la dimostrazione – secondo il presidente russo Medviedev – che è la Russia l’obiettivo dei missili americani, e non l’Iran come pretende la Casa Bianca.

Le basi in territorio polacco diventeranno operative entro il 2012 e saranno in grado di neutralizzare attacchi con missili balistici di lunga portata. Lo scudo prevede anche un sistema radar che verrà installato in Repubblica ceca.