ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I carri armati russi non cedono alle pressioni internazionali

Lettura in corso:

I carri armati russi non cedono alle pressioni internazionali

I carri armati russi non cedono alle pressioni internazionali
Dimensioni di testo Aa Aa

La crescente pressione internazionale non basta a far sparire i carri armati russi dalla Georgia.

Una presenza militare che il Presidente degli Stati Uniti George Bush ha nuovamente definito “inaccettabile”, annunciando che il Segretario di Stato Condoleeza Rice avrà il compito di portare a Bruxelles le inquietudini di Washington. Mentre il Presidente georgiano Mikhail Saakashvili denuncia che dopo il cessate il fuoco le forze russe non si stanno affatto ritirando:

“Stiamo assistendo ad un allargamento della zona d’occupazione. Spero che il Presidente Medvedev rispetti e onori gli impegni e ritiri le forze russe dalla aree urbane occupate in modo del tutto illegale durante l’intervento”.

Il Presidente russo Dmitri Medvedev ha incassato le critiche della Germania che ha denunciato l’intervento sproporzionato di Mosca. Medvedev ha risposto in maniera indiretta, spiegando che le l’esercito russo è il solo a poter assicurare l’ordine nelle regioni separatiste georgiane.

“Non siamo contrari a forze di peacekeeping internazionali” spiega. “Ma le uniche truppe di cui si fidano gli osseti e gli abkhazi sono quelle russe”.

Il Cancelliere tedesco Angela Merkel è attesa in Georgia durante il fine settimana.