ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ossezia del sud, presidente contrario a ritorno rifugiati georgiani

Lettura in corso:

Ossezia del sud, presidente contrario a ritorno rifugiati georgiani

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ossezia del sud chiude la porta in faccia alla sua popolazione georgiana, fuggita durante i giorni del conflitto con Tbilisi.

Non li lasceremo tornare, ha dichiarato il presidente Eduard Kokoity in un’intervista al quotidiano russo Kommersant. Giovedì, Kokoity è stato ricevuto al Cremlino, insieme al presidente dell’Abkhazia, l’altra provincia georgiana che ha autoproclamato la propria indipendenza da Tbilisi all’inizio degli anni ’90, dopo la dissoluzione dell’Unione sovietica.

Il presidente russo Dmitry Medvedev ha espresso il suo sostegno ai due leader separatisti, in quella che molti considerano una ritorsione contro Europa e Stati Uniti, per aver concesso l’indipendenza al Kosovo, nonostante il parere negativo di Mosca.

Prima dell’azione di forza di Tbilisi, in Ossezia del sud vivevano 70mila persone, un terzo delle quali si riconosceva nella nazionalità georgiana. Nel suo incontro con il cancelliere tedesco, Medvedev ha implicitamente respinto l’ipotesi di una forza di pace multinazionale in questa provincia, sostenendo che gli osseti si fidano solo dei russi.