ULTIM'ORA

Lettura in corso:

I russi ancora in Georgia


Georgia

I russi ancora in Georgia

Oggi si capirà se le truppe russe hanno intenzione di ritirarsi dalle città georgiane occupate durante la controffensiva lampo contro le forze armate di Tblisi.
La città di Gori, qualche decina di chilometri a sud della repubblica separatista dell’Ossezia del Nord è ancora stretta nella morsa militare. La polizia georgiana sta negoziando con i vertici militari russi il passaggio di consegne previsto dal piano di pace che Mosca ha accettato senza pero’ metterlo ancora in pratica.

Le armi, di provenienza americana, sequestrate ai georgiani nelle caserme della città, vengono mostrate alle telecamere.

I russi non controllano solo Gori. Sono ancora presenti a Zugdidi, nell’altra repubblica secessionista l’Abhkazia e poi a Poti il porto di importanza strategica le cui infrastrutture sono state seriamente danneggiate nel corso dei bombardamenti degli ultimi giorni.

L’Ong statunitense Human Rights Watch ha denunciato l’uso di alcuni ordigni a frammentazione sempre da parte dei russi nella regione di Gori. Ordigni che avrebbero ucciso anche dei civili

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Alleanza transatlantica BA, Iberia e America Airlines