ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I carri russi ancora in territorio georgiano

Lettura in corso:

I carri russi ancora in territorio georgiano

Dimensioni di testo Aa Aa

Dimostrazione di forza. Non si registrano nuovi scontri, ma i carri armati russi restano in Georgia, a sottolineare il controllo militare del territorio. Movimenti di truppe e presenza di mezzi pesanti non solo nella provincia indipendentista osseta, ma anche sul territorio georgiano. Un centinaio di mezzi russi sono segnalati anche a Zugdidi, a ridosso del confine con l’Abkhazia.

Secondo fonti georgiane le forze russe si starebbero dirigendo inoltre verso Kutaissi, la seconda città del Paese. E dalla capitale Tbilisi il Presidente Mikhail Saakashvili descrive la situazione con toni di allarme e denuncia l’invio da parte di Mosca di mercenari verso la Georgia:

“In questo momento le truppe russe hanno il controllo di un terzo del territorio del nostro Paese. Stiamo parlando di oltre 1.000 carri armati, di numerosi caccia, ma anche di migliaia e migliaia di soldati mercenari che la Russia sta inviando in Georgia”.

Il ministro dell’Interno georgiano accusa la Russia di impiegare missili a corto raggio nel Mar Nero, contro la città portuale di Poti oltre che contro Gori, città georgiana vicino al confine osseto. E’ lì che le truppe russe stanno procedendo a sequestrare armi georgiane.