ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per l'Alto Commissariato Onu sono 100.000 i nuovi profughi di questo conflitto

Lettura in corso:

Per l'Alto Commissariato Onu sono 100.000 i nuovi profughi di questo conflitto

Dimensioni di testo Aa Aa

Trentamila in fuga dall’Ossezia del sud, per lo più accolti nei campi profughi in Ossezia del nord. Altri dodicimila scappati ma ancora nei confini dell’ossezia meridionale. E più di cinquantamila georgiani che hanno abbandonato Gori. Nei loro racconti la paura e la violenza dei combattimenti. “Ho sentito degli spari – dice una donna osseta – poi la casa è andata distrutta. Ho raccolto questi resti di proiettili”.

Secondo l’Alto commissariato Onu per i rifugiati più di centomila persone sono state costrette alla fuga a causa della guerra. Una nuova crisi umanitaria che va ad aggiungersi alle precedenti. “I nostri sei uffici in Georgia nei quali lavorano 50 persone si devono già occupare di circa 275 mila profughi che erano stati costretti a fuggire in precedenza. Ma adesso le cifre degli sfollati stanno crescendo drammaticamente”, ha spiegato Ron Redmond dell’Alto Commissariato.

La comunità internazionale ha cominciato a spedire gli aiuti umanitari di prima necessità. Il Comitato internazionale della croce rossa ha effettuato un primo volo verso Tbilisi con 16 tonnelate di materiale medico e di acqua.