ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abkhazia pronta a cacciare i militari georgiani dalla gola di Kodori

Lettura in corso:

Abkhazia pronta a cacciare i militari georgiani dalla gola di Kodori

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Abkhazia proclama lo stato di guerra e la legge marziale su una parte del suo territorio: una misura che rimarrà in vigore per i prossimi dieci giorni.

La provincia autonoma georgiana, in lotta per la piena indipendenza da Tbilisi al pari dell’Ossezia del Sud, ha decretato una mobilitazione parziale dei riservisti. Nel darne l’annuncio, il presidente Sergei Bagapsh ha assicurato l’aiuto dell’Abkhazia alla popolazione dell’Ossezia del sud, anche a costo di violare gli accordi di Mosca del 1994, che regolano la presenza di truppe nell’Alta valle del Kodori.

Le autorità dell’autoproclamata Repubblica dell’Abkhazia hanno inviato una forza di mille unità nella zona della Gola del Kodori, passaggio strategico controllato dalle truppe di Tbilisi. Ma secondo il governo georgiano, è l’aviazione russa che sta bombardando quella zona per dare manforte ai separatisti.

Gli osservatori delle Nazioni Unite, presenti nella regione, mettono in guardia contro il rischio che, dopo l’Ossezia, il conflitto tra Mosca e Tbilisi assuma le stesse proporzioni anche in Abkhazia.

Intanto, la Russia ha respinto le accuse che la sua flotta militare abbia il compito di bloccare, oltre a eventuali carichi di armi, anche i rifornimenti di petrolio diretti in Georgia.