ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sempre piu' guerra aperta tra Russia e Georgia

Lettura in corso:

Sempre piu' guerra aperta tra Russia e Georgia

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano gli scontri in Ossezia del sud, nonostante la Georgia abbia annunciato d’aver ripreso il controllo di quasi tutto il territorio della repubblica ribelle. Ancora incerta la situazione nel capoluogo Tskhinvali, ridotto in macerie dai violenti combattimenti tra i separatisti e l’esercito georgiano.

Per l’offensiva, scattata giovedì sera, il presidente georgiano Michail Saakashvili ha richiamato anche i riservisti. Ora Saakashvili è favorevole a un cessate-il fuoco, ma resta anche pronto a decretare lo stato d’emergenza in tutto il Paese.

La Russia infatti ha reagito all’attacco con bombardamenti aerei, lanci di missili e l’invio di una colonna di carri armati a sostegno delle sue forze di pace nella regione. Secondo Mosca, negli scontri sarebbero stati uccisi almeno 12 suoi soldati.

Tensione anche alla frontiera con l’Abkhazia, altro territorio ribelle e filo-russo all’interno dei confini ufficiali della Georgia. Intanto in Ossezia del Sud sarebbero già 1400 le vittime civili, secondo il presidente Eduard Kokòtin, leader dei separatisti alleati di Mosca.

La Croce Rossa internazionale ha chiesto di aprire un corridoio umanitario per evacuare i feriti e la Casa Bianca vorrebbe che la Russia bloccasse subito le sue truppe. Appelli finora inutili: nella notte nuove bombe russe hanno colpito dal cielo postazioni georgiane.