ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Centinaia gli arresti di attivisti dei diritti umani scesi in piazza in tutto il mondo contro Pechino

Lettura in corso:

Centinaia gli arresti di attivisti dei diritti umani scesi in piazza in tutto il mondo contro Pechino

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle mille luci della festa di Pechino si sono opposte migliaia di iniziative in tutto il mondo per chiedere il rispetto dei diritti umani in Cina e in Tibet.

A New York nelle proteste si sono uniti attivisti birmani, nel ventesimo anniversario dalla rivolta contro il regime. I manifestanti tibetani si sono incatenati tra loro davanti al consolato cinese.

Anche Pechino non è sfuggita alle proteste dove tre cittadini statunitensi sono stati arrestati, come si vede in questo video amatoriale, per aver sventolato la bandiera tibetana vicino l’entrata dello Stadio nazionale.

Più grave il bilancio in Nepal, a Kathmandu, dove gli agenti hanno arrestato più di mille quattrocento rifugiati tibetani che hanno cercato di entrare negli uffici della rappresentanza cinese.

Drammatica invece la protesta ad Ankara di un cittadino turco di etnia uighur che per protestare contro la politica cinese nei confronti dei musulmani, si è dato fuoco. L’uomo è ora ricoverato in gravi condizioni.