ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I giudici di Versailles rimettono in libertà l'ex brigatista italiana Marina Petrella

Lettura in corso:

I giudici di Versailles rimettono in libertà l'ex brigatista italiana Marina Petrella

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte d’Appello di Versailles, in Francia, ha disposto la scarcerazione, per motivi di salute, di Marina Petrella, ex militante delle Brigate Rosse italiane. La donna, rifugiatasi in Francia dal 1993, era stata arrestata l’anno scorso in Val d’Oise. Coinvolta nel processo Moro-ter, la Petrella è stata condannata all’ergastolo per l’omicidio di un agente.

Il ritorno in libertà della donna non mette fine alla procedura di estradizione attivata dall’Italia dopo il suo arresto. La Petrella infatti resterà sottoposta a rigidi controlli di polizia, con l’obbligo di dimora ad Argenteuil e il divieto di uscire dal paese.

Intanto però la donna, dimagrita di 20 chili nelle ultime settimane, potrà curarsi all’ospedale S. Anne di Parigi, come sottolinea la figlia, Elisa Novelli.

“Ha perso ancora del peso. Le flebo che le hanno permesso di ristabilire le sue funzioni vitali non bastano più. In queste condizioni non avrebbe potuto evitare una conclusione fatale”.

Molte le manifestazioni contro l’estradizione di Marina Petrella. Nei giorni scorsi numerose personalità italiane avevano scritto in tal senso al presidente francese Sarkozy.