ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste degli abitanti di Pechino espropriati delle proprie case in occasione dei Giochi

Lettura in corso:

Proteste degli abitanti di Pechino espropriati delle proprie case in occasione dei Giochi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Olimpiadi gli hanno tolto le case. E qualche decina di cinesi ha deciso di sfidare le autorità che vogliono convertire il loro quartiere in zona commerciale. Siamo nel quartiere di Qianmen, a sud di piazza Tienanmen, dove le rare manifestazioni vengono rapidamente interrotte dalla polizia.

Negli ultimi anni molte abitazioni sono state demolite per costruirvi negozi. Alle famiglie è stato offerto un risarcimento di circa settecentocinquanta euro per metro quadrato, per gli abitanti è insufficiente. “Non siamo contrari alle Olimpiadi” – dice una donna sfrattata tre anni fa -. “Ma non dovrebbero distruggere la mia casa, sfrattarmi e lasciarmi senza un tetto”.

Secondo organizzazioni umanitarie dal 2001 più di un milione e mezzo di persone sono state espropriate. Spesso le autorità cercano una conciliazione con gli abitanti dei quartieri interessati. Un modo per convincere la stampa internazionale dell’impegno. nel preservare l’armonia sociale durante i Giochi.