ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Addio a Solzhenitsyn, lo scrittore simbolo della dissidenza morto all'età di 89 anni

Lettura in corso:

Addio a Solzhenitsyn, lo scrittore simbolo della dissidenza morto all'età di 89 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia rende omaggio a Alexandr Solzhenitsyn, uno degli uomini più coraggiosi del ventesimo secolo, morto la scorsa notte, a 89 anni. Simbolo della dissidenza contro il regime sovietico di cui rivelò al mondo l’arcipelago gulag, è stato colpito da un infarto, nella sua dacia moscovita. Lo scrittore era malato da tempo.

“La Russia perde un grande uomo”, ha detto il premier Vladimir Putin. Il presidente Dimitri Medvedev ha inviato le sue condoglianze alla famiglia. Solzhenitsyn, che dopo il ritorno in Russia, 14 anni fa, ne denunciò la corruzione post-sovietica.

I cittadini russi lo ricordano così: “Tanti anni fa leggevamo Solzhenitsyn di nascosto. Era proibito, ma era come pregustare la libertà…Libertà e Solzhenitsyn significavano la stessa cosa”.

“Alexandr Solzhenitsyn è senza dubbio una pagina importante della storia del nostro Paese. E’ stata una persona controversa. Ma quanto alla sua attività letteraria il suo contributo all’interno della società russa è stato molto forte.”

La sua salma sarà esposta martedì all’Accademia delle Scienze di Mosca, i funerali si svolgeranno mercoledì.