ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ossezia del Sud evacua i bambini dopo i tiri di mortaio georgiani

Lettura in corso:

L'Ossezia del Sud evacua i bambini dopo i tiri di mortaio georgiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Accuse reciproche tra Georgia e Ossezia del Sud per i colpi di arma da fuoco e tiri di mortaio che hanno causato la morte di alcuni civili nella capitale della repubblica separatista.

La notte è stata calma ma gli spari sono ripresi in mattinata. Secondo Tbilisi sarebbero stati i ribelli dell’Ossezia a sparare per primi e a provocare la reazione georgiana.

L’Ossezia del Sud e L’Abkhazia hanno proclamato la secessione dalla Georgia al termine delle guerre dell’inizio degli anni ’90.

Da allora è presente sul terreno una forza di pace composta da militari russi e degli altri Paesi della Csi, la comunità di Stati indipendenti.

“La scorsa notte è passata tranquila – ha detto il primo ministro dell’Ossezia del Sud -. Ma gli spari sono ripresi e abbiamo deciso di evacuare i bambini”.

I più piccoli sono stati inviati in Russia. Una misura precauzionale che non lascia presagire nulla di buono.

Il conflitto tra la Georgia e le Repubbliche separatiste è tornato ad infiammarsi da quando Tbilisi si è avvicinata alla sfera d’influenza occidentale in aperta sfida al volere di Mosca.