ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati di Londra, processo da rifare per i 3 presunti complici

Lettura in corso:

Attentati di Londra, processo da rifare per i 3 presunti complici

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è concluso con un nulla di fatto il primo processo per gli attentati terroristici del 7 luglio 2005 a Londra, in cui persero la vita 52 persone.

La corte di Kingston ha congedato la giuria, prendendo atto che in due settimane non era riuscita a raggiungere un verdetto.

I tre imputati erano sotto processo per associazione. Secondo la procura, Whalid Ali, Sadir Salem e Mohammed Shakil, tutti cittadini britannici orginari di Leeds, avrebbero aiutato i quattro attentatori del 7 luglio a individuare gli obiettivi da colpire.

La teoria accusatoria si basava su un viaggio a Londra compiuto dai tre imputati e dai quattro kamikaze, 7 mesi prima degli attentati alla rete di trasporti pubblici della capitale britannica.

I tre si sono difesi negando di essere a conoscenza di un complotto e sostenendo che l’accusa fosse politicamente motivata. La procura può ora chiedere che vengano sottoposti a un nuovo processo. In caso contrario, potrebbero essere rilasciati.