ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Radovan Karadzic rinchiuso all'Aja. Domani pomeriggio comparirà in udienza

Lettura in corso:

Radovan Karadzic rinchiuso all'Aja. Domani pomeriggio comparirà in udienza

Dimensioni di testo Aa Aa

Un viaggio organizzato come un blitz: in aereo fino a Rotterdam e da lì in elicottero fino all’Aja. Nella notte Radovan Karadzic è stato estradato verso il Tribunale penale internazionale.

Dopo giorni di illazioni, il suo avvocato ha ammesso di non aver mai spedito il ricorso alle autorità di Belgrado. Era la sola maniera per ritardare la sua partenza, ha detto ai giornalisti.

Da stamane l’ex capo politico dei serbi di Bosnia è detenuto nel carcere di Scheveningen, alla periferia dell’Aja, lo stesso in cui fu rinchiuso l’ex presidente serbo Milosevic.

Karadzic, che ha trascorso quasi quattordici anni di latitanza, deve rispondere di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Gli stessi reati che vengono contestati al capo militare dei serbo-bosniaci, Mladic, tuttora in fuga.

Oltre a Radovan Karadzic le celle del carcere di Sceheveningen ospitano anche il presunto criminale di guerra croato Ante Gotovina, arrestato nel 2005, dopo quasi dieci anni di latitanza.

Da una cella di Sheveningen Karadzic organizzerà da solo la sua difesa. Domani pomeriggio comparirà per la prima volta in udienza.