ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli ultranazionalisti serbi sostengono Karadzic, la manifestazione di Belgrado culmina in scontri

Lettura in corso:

Gli ultranazionalisti serbi sostengono Karadzic, la manifestazione di Belgrado culmina in scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ultra-nazionalisti serbi avevano difeso fino all’ultimo Radovan Karadzic con una manifestazione a Belgrado finita in scontri con la polizia.

Nei dintorni di piazza della Repubblica martedì sera un gruppo di giovani ha lanciato fumogeni e secchi della spazzatura contro gli agenti che hanno risposto con gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

Oltre quaranta, tra manifestanti e poliziotti, sono stati ricoverati in ospedale.

La manifestazione di circa 15mila persone contro l’estradizione di Karadzic si sarebbe dovuta concludere con un corteo lungo le strade del centro, interrotto a causa degli incidenti.

Il leader del partito radicale serbo Tomislav Nicolic ha tentato dal palco di richiamare alla calma. “Non vogliamo distruggere Belgrado”, ha detto, “ma Boris Tadic”.

Il presidente Tadic ha definito “incredibile” la decisione di organizzare la protesta contro il trasferimento all’Aja dell’ex capo dei serbi di Bosnia.
Incredibile secondo Tadic che la gente protesti contro il rispetto della legge, che prevede la cooperazione con la giustizia internazionale.

A difendere Karadzic dal palco di Belgrado il fratello Luka.

La sua consegna all’Aja è fondamentale per il rafforzamento dei legami della Serbia con l’Unione Europea.