ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si arrampicano sulle gru per protesta. In Belgio una quarantini d'immigrati chiede di essere regolarizzata

Lettura in corso:

Si arrampicano sulle gru per protesta. In Belgio una quarantini d'immigrati chiede di essere regolarizzata

Dimensioni di testo Aa Aa

Sospesi sulle gru per protestare contro le politiche sull’immgrazione. A Bruxelles altri immigrati con permesso di soggiorno in scadenza hanno occupato le infrastrutture per chiedere di essere regolarizzaziti.

Dall’inizio della protesta la settima scorsa sono state occupate sei gru dei cantieri della capitale belga sulle quali vivono giorno e notte una quarantina d’immigrati.

“Sono tutti lavoratori in nero, una forma di sfruttamento che favorisce gli imprenditori – dice il rappresentante di un associazione di difesa degli immigrati -. I datori di lavoro hanno bisogno di manodopera qualificata. E loro sono qualificati ma non riescono ad avere i documenti in regola”.

Alcuni immigrati hanno anche iniziato uno sciopero della fame e della sete pur di essere ascoltati dalle autorità.

“È chiaramente un ricatto – spiega il direttore dell’ufficio stranieri -. Queste persone cercano di ottenere qualcosa mettendo in pericolo altre persone. È inammissibile. Noi possiamo solo applicare la legge che non prevede regolarizzazioni per chi porta avanti questo tipo di azioni”.

Secondo le associazioni di difesa degli immigrati in Belgio sono 100 mila gli stranieri in situazione irregolare. A maggio ne sono stati regolarizzati 2.400 sugli oltre 8.000 dossier presentati.