ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il premier turco Erdogan fa appelli all'unità il giorno dopo la strage di Istanbul. Mentre il suo partito Akp viene giudicato dalla Corte Costituzionale

Lettura in corso:

Il premier turco Erdogan fa appelli all'unità il giorno dopo la strage di Istanbul. Mentre il suo partito Akp viene giudicato dalla Corte Costituzionale

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia è sotto shock il giorno dopo le due esplosioni che a Istanbul hanno provocato 17 morti e più di 150 feriti. Un attentato avvenuto alla vigilia dell’inizio dell’esame da parte della Corte Costituzionale turca della richiesta di dissoluzione del partito al potere AKP.

Il premier Recep Taiyypp Erdogan ha si è recato nel quartiere colpito dalle bombe e ha assistito ai funerali religiosi di dieci delle vittime.

È qui che ha rivolto un appello all’unità del Paese contro il terrorismo. Alcuni responsabili politici hanno indicato chiaramente il Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan, come autore della strage.

Anche se un portavoce del Pkk ha respinto queste accuse.

“Oggi è il giorno dell’unità, il giorno per stare insieme – ha detto Erdogan -. Solo così potremo battere il terrorismo”.

L’attentato è avvenuto domenica sera nel quartiere di Güngören, una zona commerciale alla periferia occidentale della metropoli.

Una prima esplosione a basso potenziale ha richiamato la folla sul posto. E la seconda, molto più potente, a dieci minuti d’intervallo ha provocato la strage. Tra i morti anche cinque bambini.